Guida alla Navigazione con Chrome e NVDA: trucchi, suggerimenti e spunti di riflessione

Questo scritto su Google Chrome deve essere inteso come una sorta di raccolta di esperienze e trucchi personali, piuttosto che un vero e proprio manuale.
Non ci saranno molti fronzoli e cercherò di andare dritto al sodo, senza soffermarmi più di tanto con frasi di circostanza.
Requisito fondamentale: essere in grado di navigare in rete, di scaricare file e di conoscere il proprio lettore di schermo in maniera discreta.
Infine, utilizzo Chrome con NVDA 2017.4 per Windows e questo scritto prenderà solo Windows come sistema di riferimento. Va da sè che molti accorgimenti possono essere utili anche per gli utenti Mac, giacché Chrome esiste in tutte le piattaforme.
Le scorciatoie da tastiera del lettore di schermo che indicherò sono valide per NVDA e con un layout da computer desktop; se si possiede un portatile o si usa un layout laptop si prega di consultare l'elenco comandi di NVDA e individuare il comando corrispondente. Se si usa Jaws for Windows o Voiceover per Mac, ognuno deve conoscere il proprio lettore di schermo, quindi cercare i comandi relativi nella documentazione del programma.

Scaricare e installare Chrome

Per cominciare, Recarsi alla pagina principale di Chrome, fare click su Scarica Chrome
Per Windows 10/8.1/8/7 64-bit, accertatevi che la casella di controllo inerente la privacy e i termini di utilizzo sia attiva e utilizzate il pulsante "Accetta e installa" per iniziare il processo di download e installazione.
Una volta scaricato il file Chromesetup.exe, eseguitelo e seguite le istruzioni, è tutto molto intuitivo e vi ritroverete Chrome installato sul computer. Non scaricate mai Chrome da siti diversi, non usate Softonic, fidatevi solo delle fonti originali.
Da qui inizia la parte più utile di questo mini manuale!

struttura di Chrome e Tasti rapidi da conoscere a livello generale

Chrome è un browser che fa a meno della classica barra dei menu. Questo può destabilizzare molti utenti, che non sanno bene come orientarsi.
Per prima cosa ricordo che la pressione di alt-f farà apparire il menu di Chrome. Si tratta di un menu verticale che contiene le funzioni più utili del browser. Scorrete l'intero menu con le frecce su e giù, annotatevi i tasti caldi che troverete al suo interno per le varie opzioni.
I più importanti sono i seguenti:

  • Nuova Scheda: ctrl-t.
  • Nuova scheda in una finestra separata, ctrl-n.
  • Nuova scheda in incognito e in finestra separata: ctrl-shift-n.
  • Spostarsi tra le schede: ctrl-tab, oppure ctrl-1 fino a ctrl-8.
  • Aprire la scheda download: ctrl-j.
  • Andare alla barra degli indirizzi: alt-d.
  • Spostarsi ciclicamente tra la barra degli strumenti, i componenti aggiuntivi e il sito web in questione, f6.
  • Chiudere la scheda corrente, ctrl-f4.

Sono pochi, semplici e funzionali. Ne impareremo altri più avanti, intanto serve padroneggiare questi senza esitazione.
Qui trovi l'elenco di tutte le scorciatoie da tastiera di Chrome.

Non ci sono particolari impostazioni da settare per rendere Chrome accessibile. è comunque consigliabile farsi un giro nelle impostazioni che si possono raggiungere o dal menu file, oppure digitando sulla barra degli indirizzi:
chrome://settings

Anticipo che la stringa "chrome://" viene usata per un sacco di funzioni, abituatevi quindi a vederla comparire in questo scritto.
Le impostazioni vanno gestite come se si trattasse di una pagina web. Non esiste quindi la classica finestra con i pulsanti Ok e Annulla. Ciò che modificate ha effetto all'istante. Utilizzare il cursore virtuale per scorrere la pagina e le intestazioni per spostarvi da una sezione all'altra.
La sezione avanzate delle impostazioni prevede anche alcuni accorgimenti per l'accessibilità; è infatti possibile installare componenti aggiuntivi, utili per lo più per ipovedenti. Esiste tuttora un problema con un componente aggiuntivo che sconsiglio di installare, chiamato "Scorri il testo delle pagine web utilizzando i tasti freccia". Se installato, va in conflitto con NVDA nei campi editazione impedendo l'esplorazione del testo.

La navigazione delle pagine web si effettua come sempre con il cursore virtuale. Da notare che in presenza di caselle combinate, è necessario premere invio su di esse per scorrerle poi con le frecce in maniera agevole. Non usare la combinazione alt-freccia giù. Quindi se per esempio ci trovassimo in una casella combinata contenente numeri e dovessimo scegliere il numero 4, bisogna prima premere invio sulla casella combinata, scendere con le frecce fino a trovare 4, e ripremere invio per confermare. Questa tecnica è ottima soprattutto quando ci si imbatte in caselle combinate dinamiche che modificano la pagina non appena si effettua una selezione.
Altro suggerimento, ricordare che spesso nelle pagine web si possono aprire dei popup, o finestre di dialogo, o finestre modali. Comunque le si voglia chiamare, a partire da NVDA 2017.4 esse verranno riconosciute e aperte in automatico dallo screen reader. Ci si troverà quindi in una specie di sottopagina con varie opzioni, navigare come al solito con le frecce e premere invio dove necessario, oppure chiudere la finestra di dialogo con esc. Un esempio lo si incontra direttamente sullo Store di Chrome. Quando è necessario aggiungere un'app o un componente aggiuntivo, viene aperta una finestra di dialogo dove l'utente dovrà decidere se installare o meno l'addon. Premendo Esc si esce dal popup e si ritornerà alla pagina web, mentre interagendo con i controlli potremo decidere se procedere o meno con l'installazione. Se ci troviamo in una situazione dove NVDA quando ci muoviamo con le frecce recita soltanto il titolo di una pagina, è altamente probabile che si tratti di una sorta di finestra di dialogo. Premere invio per entrarci, dopodiché fate finta di essere in una nuova pagina web.

I componenti aggiuntivi più utili

Cosa sapere prima di iniziare

Questo elenco è assolutamente personale, nello store di Chrome ci sono centinaia di migliaia di componenti aggiuntivi. Ecco quelli che a me rendono la vita più facile, spero lo siano anche per voi.
Ricordo che per visualizzare l'elenco dei componenti aggiuntivi è possibile digitare sulla barra degli indirizzi la stringa:
chrome://extensions

Diversamente, è necessario entrare nelle impostazioni e poi selezionare componenti aggiuntivi.
Altra nota importante, i componenti aggiuntivi quasi sempre dispongono di un'interfaccia per configurarli. Non sempre questa risulta accessibile, soprattutto bisogna tener presente che si tratta sempre di un tipo di interfaccia in stile pagina web, tuttavia a volte NVDA non è in grado di intercettare i pulsanti, mostrando soltanto il relativo testo, siamo noi che dobbiamo comprendere che, per esempio, "OK" è un bottone e può essere attivato nel modo consueto.
Possiamo quindi ritrovarci in diverse situazioni:
1. La configurazione è gestita da una pagina web accessibile.
2. La configurazione è gestita da una pagina web dove i pulsanti non sono etichettati come tali, basterà il nostro buon senso per comprenderlo e attivarli o premendo invio, oppure portando il navigatore ad oggetti sul pulsante e poi attivarlo con NVDA-Invio.
3. La configurazione è gestita da una pagina inaccessibile: il testo viene letto ma non è possibile comprendere se siamo in presenza di caselle di controllo, pulsanti radio, pulsanti, e non è nemmeno possibile capire se i controlli siano attivati o meno. In questo caso l'unica maniera per uscirne è sperimentare, senza purtroppo sapere con esattezza ciò che si sta facendo. L'unica nota positiva è che sono operazioni che generalmente si svolgono una volta soltanto, e spesso i componenti aggiuntivi non hanno bisogno di particolari accorgimenti.
Per finire, a volte un componente aggiuntivo può contenere diverse opzioni di configurazione che sono divise in schede, chiamate Tab da NVDA. Con il cursore virtuale si scorrono le varie tab, è però necessario attivarle per consultare le opzioni di cui dispongono. Al momento in cui scrivo, la pressione del tasto invio non è sufficiente. Per attivare una sotto scheda quindi, posizionarsi su quella desiderata (ad esempio opzioni avanzate tab), poi spostare il navigatore ad oggetti alla posizione del focus tramite la combinazione di tasti NVDA-Meno del tastierino numerico, dopodiché premere NVDA-Invio del tastierino numerico per attivare la scheda. Possiamo sempre capire quale sotto scheda sia attiva dal fatto che NVDA dirà "selezionata" sulla scheda evidenziata, mentre non dirà nulla sulle altre.
Dopo questa lunga prefazione, per altro doverosa, iniziamo l'elenco:

Blocchiamo la pubblicità

AdBlock: blocca la pubblicità nelle pagine web. Non odiate navigare con tutti quei banner e quelle pubblicità che interrompono gli articoli? Bene, installata Adblock questo comportamento sarà solo un ricordo.
L'estensione funziona attraverso delle liste di indirizzi a cui ci si può sottoscrivere. Se non si tocca nulla otteniamo già una buona protezione, io consiglio almeno la lista italiana, e quella di protezione dai malware. Addirittura è possibile iscriversi alla lista antisocial, che rimuove dalle pagine web qualunque riferimento a Google+, Facebook, Twitter e così via.
L'interfaccia di configurazione è un pochino ostica, divisa in sottoschede, tuttavia completamente gestibile.

Rivogliamo il tasto Backspace!

Backspace to go back: si chiama così, significa Backspace per tornare indietro. è sì, Chrome ha rimosso la funzione per tornare indietro con il tasto Backspace, lasciando solo alt-freccia sinistra allo scopo. Una volta aggiunta l'estensione al Browser si potrà continuare ad usare il caro e vecchio backspace come abbiamo sempre fatto. Ok, non sarà fondamentale, ma qualche vecchia abitudine credo sia anche lecito tenerla!

Contrasto elevato

Contrasto elevato: non ci vuole un genio per capire a cosa serve; consente di stabilire dei set di colori per rendere più leggibili le pagine web. Siccome contiene anche i filtri per invertire i colori, io la uso per invertire i colori delle pagine quando sono con sfondo chiaro e scritte scure. è anche possibile definire una scorciatoia da tastiera per attivare/disattivare l'inversione dei colori.

Modalità lettura per gli articoli

Mercury Reader: rimuove da un articolo tutto ciò che non serve in modo da leggerlo in maniera più agevole. è la modalità lettura in Safari, per intenderci. Una volta installato il componente aggiuntivo e caricato l'articolo che vogliamo leggere, premere la combinazione di tasti alt-ò (tasto alt e o accentata), ed in circa un secondo avremo il nostro testo bello leggibile. Il tasto esc farà chiudere la finestra.

Inganniamo i siti con un user Agent diverso

Questo componente è piuttosto avanzato e potrebbe non interessare molte persone. Tuttavia alcuni non vedenti usano la versione mobile di Facebook, che si trova su m.facebook.com. Il problema è che se ci si entra con Chrome, avremo una visualizzazione buona per i tablet e gli smartphone, insomma dispositivi con touch screen. Un po' scomoda con un browser e una tastiera! Ecco che ci viene in soccorso il nostro amico User-Agent Switcher for Chrome, che vince però anche il premio della peggiore accessibilità tra i miei componenti aggiuntivi!
Il componente permette di modificare al volo lo user-agent del browser, e questo è abbastanza semplice giacché è sufficiente premere f6 per andare nella barra degli indirizzi, poi tab fino a raggiungere i componenti aggiuntivi, una volta individuata la dicitura "chrome UA Spoofer" attivarla con barra spazio; scegliere lo user-agent che si desidera con le frecce, dare invio e il gioco è fatto.
Questo stratagemma però ha una controindicazione, tutti i siti che visiteremo avranno lo user-agent scelto in precedenza, e non ha senso dire a tutto il mondo che stiamo usando Firefox se il nostro browser è Chrome.
Bisogna perciò andare nelle impostazioni del componente aggiuntivo, che si raggiungono sempre dalla schermata estensioni, cliccando su opzioni all'altezza di User-Agent Switcher. Aperte le opzioni, scopriremo con gioia che non c'è nulla di etichettato. Procedere quindi come segue:
scendere con le frecce fino a trovare la scheda "permanent spoof list". Ossia, elenco di siti che dovranno inviare uno user-agent diverso. Portare il puntatore del mouse sulla parola spoof, con NVDA-barra del tastierino numerico, dopodiché effettuare un click con la barra del tastierino numerico.
Se tutto è andato come deve, avrete attivato la scheda permanent spoof-list. Ve ne accorgerete perché in basso è possibile definire uno user-agent e un sito web. Per configurare Facebook quindi va inserito nell'unico campo editazione esistente la stringa:
m.facebook.com
e dalla casella combinata bisogna scegliere Firefox, per la precisione Mozilla/5.0 (Windows NT 6.1; WOW64; rv:33.0) Gecko/20120101 Firefox/33.0.
Poi cliccate su add e il gioco è fatto! Ogni volta che andrete su m.facebook.com vi presenterete come se steste usando Firefox, ma il resto del web lo visiterete come Chrome. Se vi interessa, User-Agent Switcher for Chrome si scarica da qui.

risolvere i Captcha

Tantissimi utenti sono affezionati a Webvisum, un componente di Firefox che non viene più sviluppato da molto tempo. Al momento in cui viene scritto questo documento, non risulta compatibile con versioni di Firefox uguali o superiori alla 57. Inoltre il suo algoritmo inizia ad essere abbastanza datato, sicché la percentuale di riuscita dell'addon è sempre meno precisa. Al suo posto utilizzo con soddisfazione Rumola. Si tenga anche presente che talvolta purtroppo le registrazioni utente vengono chiuse, per poi essere riaperte qualche giorno dopo. Va anche segnalato che molti siti web ora incorporano la tecnologia Google Recaptcha, che fortunatamente non comporta alcuna fatica per l'utente, basterà marcare la casella di controllo "non sono un robot". Nota negativa, Rumola è a pagamento, costa pochissimo ma in effetti qualche soldino va sborsato. Di certo la soluzione Webvisum è eticamente preferibile, ma considerato che sembra non essere più supportata, non ha senso incamponirsi con essa, a mio avviso.

Come leggere i feed rss

Se siete lettori di feed e vi manca la funzione di segnalibri Live di Firefox, poiché non sono stato in grado di trovare un componente aggiuntivo sufficientemente accessibile e rapido su Chrome, consiglio caldamente di avvalersi del sito web:
www.theoldreader.com

Il suo utilizzo è semplicissimo, è tradotto in italiano e ogni news viene contrassegnata da un'intestazione. Una volta configurato, basterà consultarlo per leggere tutti i feed molto velocemente senza dover imparare tasti rapidi aggiuntivi!

Non è finita qui

Questa sorta di mini guida sarà sempre in espansione.
Gli argomenti trattati dipenderanno dalle impressioni degli utenti e dalle loro esigenze. Quindi, sicuramente qualcosa manca, del resto parlare di Chrome è come voler scrivere una guida alle funzioni dell'essere umano...
Se lascerete commenti qui sotto ve ne sarò grato, oppure usate il gruppo Facebook di NVDA Italia.

Sottolineo che questa guida è stata resa possibile anche dai contributi giunti sottoforma di donazione che alcuni utenti hanno deciso di effettuare, per cui colgo l'occasione per ringraziare chi ha deciso di seguire questa via.
Buona navigazione a tutti!

Un saluto, da Simone Dal Maso.

Aggiungi un commento